Menu

Intesa tra Comune e Diocesi per uno scavo che porti alla luce i resti del Battistero in Piazza Duomo

Piazza Duomo2 tagini

Una collaborazione tra Comune di Piacenza e Diocesi – concordata attraverso un protocollo d’intesa, firmato dal sindaco Patrizia Barbieri e dal vescovo mons. Gianni Ambrosio – per la costituzione di un’area archeologica nel centro di Piazza Duomo, in grado di valorizzare la storia paleocristiana della città di Piacenza, mettendo in luce gli antichi resti del battistero del V-VI secolo d.C., rinvenuto durante gli scavi di fondazione della colonna dell’Immacolata. La realizzazione del progetto sarà l’occasione per riqualificare la pavimentazione di Piazza Duomo restituendole l’aspetto originario compromesso dalle manomissioni susseguitesi nella seconda metà del ‘900, e realizzare nuovi servizi e attività per la cittadinanza e i turisti.

Coerentemente con le linee programmatiche di mandato orientate alla valorizzazione delle eccellenze cittadine nell'ambito del progetto complessivo per il futuro della cultura a Piacenza, l'Amministrazione persegue la promozione e lo sviluppo di un sistema culturale del territorio favorendo il confronto, la condivisione e il coordinamento con le diverse istituzioni interessate. In particolare, si riconosce la convergenza di interessi con la Diocesi di Piacenza-Bobbio alla conoscenza e alla valorizzazione delle risorse archeologiche, storiche e delle tradizioni religiose di Piazza Duomo per lo sviluppo di attività culturale, scientifica, didattica collegata. L’area è di proprietà del Comune di Piacenza, fatta eccezione per l’ottagono delimitato dalla cancellata metallica che perimetra la colonna dell’Immacolata, di proprietà della Diocesi.

Il Comune si impegna ad avviare le successive fasi utili al raggiungimento degli obiettivi. Si occuperà della redazione del piano finanziario sulla base del quadro economico generale, del reperimento delle risorse economiche necessarie presso l’Unione Europea, la Regione o lo Stato. Provvederà al progetto e all’appalto dei lavori. Per l'individuazione del soggetto gestore dell'area archeologica dedicata agli antichi resti del battistero il Comune di Piacenza procederà tramite bando pubblico d'intesa con la Diocesi in merito ai contenuti del servizio, affinché il nuovo sito archeologico e il complesso della Cattedrale siano strettamente correlati nell'ottica della valorizzazione integrata e dell'organizzazione di comuni servizi turistici e didattici.

Pubblicato il 31 gennaio 2019

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente