Menu

Il Prefetto dei tempi difficili

prefettoLupo

“Lo Stato c’è: è compatto e non lascia solo nessuno. Le parole chiave sono: coesione, solidarietà professionalità e sensibilità”. Con queste considerazioni, il 28 luglio, si è presentata alla stampa Daniela Lupo, il nuovo prefetto di Piacenza. Arriva da Palermo, dove ha rivestito il ruolo di vice prefetto vicario. La città emiliana è la prima sede in cui svolge il ruolo di prefetto. Subentra a Maurizio Falco.

“Sono entrata in una fase difficile per Piacenza, terra piagata dal terribile virus che ha colpito tanti cittadini, sulla quale si è sovrapposta l’altra vicenda, altrettanto dolorosa, della caserma Levante dei carabinieri a cui lo Stato si sta impegnando a dare delle risposte”.

Un appello a tutta la cittadinanza

Soffermandosi ancora sul tema del Covid 19, l’appello che Daniela Lupo fa a tutta la cittadinanza è quello di mantenere e rispettare le regole comportamentali perché la ripresa di tutte le attività: sociali, scolastiche, economiche, passa - secondo il prefetto - proprio dal rispetto di norme essenziali quali il distanziamento interpersonale, l’utilizzo delle mascherine e l’igiene delle mani.

“Inoltre è importante fare squadra - ha aggiunto -, rafforzare il senso delle istituzioni fra tutte le componenti dello Stato, ovviamente nel rispetto delle varie competenze, per riconquistare la fiducia dei cittadini, per combattere l’indifferenza che spesso favorisce situazioni negative che potrebbero essere debellate con il concorso di tutti e la partecipazione civile di ciascuno”.

A breve si riunirà, secondo le intenzioni del Prefetto, una Conferenza permanente con tutte le istituzioni a partire dalla scuola, dall’amministrazione comunale e provinciale, con le rappresentanze delle forze dell’ordine e la magistratura, in modo che tutti gli enti dello Stato possano portare il proprio contributo per favorire la ripresa a settembre.

Una città ricca di storia e di arte

Il nuovo prefetto Daniela Lupo si sente onorata di ricoprire questo incarico con la piena consapevolezza di dover dare riposte per favorire il rilancio del territorio. “L’impressione che ho avuto della città - ha concluso Lupo - è stata estremamente gradevole. Sono arrivata di sera, ho fatto una passeggiata per le vie del centro ed ho incontrato una realtà molto bella ricca di storia e di arte”.

Riccardo Tonna

Pubblicato il 28 luglio 2020

Ascolta l'audio   

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente