Menu

La Giornata mondiale dei nonni. Celebrazioni in diocesi

papanonni

Il Papa ha istituito la Giornata mondiale dei nonni e degli anziani, la quarta domenica di luglio, in prossimità del giorno in cui si ricordano i nonni di Gesù, Anna e  Gioacchino. Essere anziani ed essere nonni sembrano esperienze intrecciate, anche per chi non è nonno o nonna “biologicamente”, ma può diventarlo per adozione. Ci sono molti bambini che hanno bisogno di un nonno e molti anziani che vorrebbero esserlo, ma non hanno nipoti. Gli anziani custodiscono le radici e i bambini incarnano il sogno, c’è bisogno di entrambi.

Celebrazioni in diocesi
Nella diocesi di Piacenza -Bobbio la Giornata sarà ricordata lunedì 26 luglio: il vescovo mons. Adriano Cevolotto celebra la messa alle ore 18 nella chiesa cittadina di Sant'Anna. Si pregherà per tutte le mamme e i nonni.
Messa anche in Santa Rita con i Figli di Sant'Anna alle 19 e alle 7.30 messa nell'Istituto delle Figlie di Sant'Anna animata dal Movimento della Speranza.

Nell'ambito della Giornata dedicata a tutti nonni, di seguito, proponiamo a chi ci segue la testimonianza di Silvana Pozzi, giovane nonna di Emma, una bimba fortunatissima in quanto è circondata dall'affetto di 10 nonni (quattro nonni e sei bisnonni).

I nonni sanno trasmettere l'importanza del valore della famiglia

“A oltre due anni dalla nascita di Emma faccio ancora fatica ad identificarmi come nonna, un po’ per l’età anagrafica (48 anni) e un po' per il fatto di essere molto occupata come mamma, avendo una figlia di 10 anni. Ma soprattutto perché, per la mia esperienza, i nonni sono l’immagine della saggezza, della disponibilità e della comprensione e non mi vedo ancora all’altezza di questo ruolo".
"Forse è per questo che c’è voluta la pandemia ed un pomeriggio davanti alla televisione per capire quanto il condividere mia nipote con altri nove nonni fosse una rarità, oltre che sicuramente una grande fortuna".
Io vivo a Trevozzo con marito e suoceri, i miei genitori sono a Cicogni, perciò Emma ha sei nonni in Val Tidone! Altre due sono a Piacenza, uno a Firenze e una a Napoli. Perciò Emma frequenta quasi settimanalmente otto dei suoi avi abitando con i suoi genitori a Strà, a pochi chilometri da noi".
"La vicinanza ci ha permesso di poterci vedere anche nei mesi cruciali del covid e, nonostante le restrizioni, di non cambiare più di tanto le tradizioni domenicali che ci vogliono riuniti per il pranzo".
"Cosa vorrei trasmettere in eredità a mia nipote? Sicuramente quello che ho ricevuto io: l’importanza del valore della famiglia come luogo in cui trovare sempre rifugio e sostegno. Mi piacerebbe anche che un domani, riguardando al suo passato, raccontando la sua vita, ci fosse anche il ricordo di questa prima festa mondiale dei nonni dove lei ne poteva vantare dieci e che riservasse nel suo cuore un posto speciale per ognuno di noi".

nonniemma

Nelle foto, la piccola Emma con i genitori e i suoi nonni il giorno del battesimo.

Pubblicato il 22 luglio 2021

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente