Menu

Pro Loco di Castel San Giovanni, nuovo direttivo

Pro Loco assemblea 31012020 35

Dopo quattro anni di intensa attività, la Pro Loco di Castel San Giovanni cambia volto. I soci, oltre a rinnovare la tessera per il 2020, hanno eletto il nuovo direttivo, composto da tredici membri come richiede lo statuto dell’associazione.
Si tratta di Antonietta Cirillo, Sebastiano Calabrò, Michele Mihaylov, Bruno Francesconi, Davide Prati, Danilo Agosti, Daniela Garrini, Alessio Vecchia, Angelo Laface, Eugenio Ramundo, Livia Manzini, Alice Tosca e l’attuale presidente dell’associazione, Sergio Bertaccini, che si prepara a passare il testimone: nei prossimi giorni, infatti, il direttivo si riunirà per la prima volta e in quell’occasione stilerà il nuovo organigramma, con i nuovi ruoli e il nuovo presidente.
“Siamo una grande famiglia e conosco ognuno di voi personalmente: per questo motivo sono sicuro che il nuovo consiglio sarà in grado di proseguire in maniera proficua” - ha detto Bertaccini ai soci -  “in questo caso il cambiamento non potrà che essere migliorativo con nuove idee, nuove proposte e nuovi spunti di cui la Pro Loco ha necessità. Sono stati quattro anni intensi e ricchi di soddisfazioni, siamo pronti a continuare insieme”.
In effetti il resoconto delle iniziative 2019 parla chiaro. Dalla Fiera di San Giovanni Battista fino alla Festa dell’oratorio a Villa Braghieri, passando per Confluenze Festival, Festa della Pubblica Assistenza, Cioccolandia e le attività dell’Info Point della Val Tidone e Val Luretta. Senza contare la Borsa del Po, insieme a Confesercenti, che ha portato decine di tour operator nel territorio castellano. Successo anche per la presentazione del video sull’artista Carlo Scrocchi e per il Natale a Castel San Giovanni, in collaborazione con l’amministrazione comunale.
“Molte di queste iniziative sono state impegnative, è innegabile, ma hanno rappresentato un efficace strumento di promozione” commenta Bertaccini.
“Passando in rassegna gli eventi organizzati e anche quelli che abbiamo solo supportato, ci si rende conto di quante volte la nostra Pro Loco è stata citata da quotidiani, siti web, riviste e social network. Parliamo di un ritorno di immagine importante, non solo per noi ma per tutta la Valtidone”.
Infine, l’assemblea ha approvato all’unanimità il bilancio, che si chiude con un utile di circa 10 mila euro. La Pro Loco, infatti, ha recentemente modificato il proprio statuto, divenendo Associazione di promozione sociale: qualifica che permette di chiudere l’anno in positivo e non per forza in pareggio.
“Denaro che servirà per finanziare le prime iniziative del 2020, che partiranno a breve”, conclude Bertaccini, “in prima istanza abbiamo intenzione di potenziare l’attività dell’Info Point che già quest’anno ha permesso di promuovere concretamente la nostra vallata: un progetto sostenuto economicamente dalla Pro Loco con il supporto di sponsor privati. Proprio grazie all’Info Point, per esempio, abbiamo partecipato alla manifestazione Fa’ la cosa giusta! a Fieramilanocity, per promuovere Confluenze Festival. Anche in questo caso parliamo di iniziative dai costi importanti, ma che rappresentano vetrine irrinunciabili per il nostro territorio”.

Pubblicato il 13 febbraio 2020

Ascolta l'audio   

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente