Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Ad Agazzano restaurata la statua della Madonna di Lourdes

agazzano

Gli Alpini agazzanesi hanno organizzato la festa dei gruppi Bassa Val Tidone e Val Luretta In una mattinata dove la pioggia ed il vento sono stati gli indiscussi protagonisti, gli Alpini non si sono scoraggiati, dopo l’alzabandiera presso la sede di via Gonzaga (alla presenza del presidente sezionale Lupi, dei Sindaci, vessilli sezionali e gagliardetti provenienti anche da altre provincie), hanno sfilato per le vie del paese accompagnati dalla fanfara Vallecamonica, raggiungendo la chiesa di Santa Maria Assunta, dove il parroco don Fabrizio Bonelli ha celebrato la messa, soffermandosi sulle parole di uno striscione alpino appeso fuori dalla chiesa (Alpini tutto è stato dato e nulla è stato chiesto).
Al termine è stata recitata la preghiera dell’alpino e sono stati ricordati Francesco, Libero, Stefano, Renzo ed anche l’amico Enzo ed una giovane mamma Laura. Ancora in corteo ci si è recati alla scuola materna dove sono state restaurate dagli alpini la grotta e le statue della Madonna di Lourdes e di Bernardette.
Nell’occasione un parrocchiano agazzanese ha fatto ristampare la preghiera che veniva recitata in occasione del mese di maggio le sere del rosario davanti alla grotta “Maria mia buona madre...”. La giornata alpina è proseguita con l’onore ai caduti davanti al monumento in piazza Europa, per concludersi nell’oratorio parrocchiale con il “rancio” alpino (ottimo ed abbondante!!) preparato dalla Pinuccia e dal suo staff del Circolo Anspi.

Pubblicato il 28 marzo 2018

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.