Menu

Piacenza scalabriniana

Percorso di pellegrinaggio a vent’anni dalla beatificazione

39scalabriniani

Il 9 novembre di vent’anni fa, Giovanni Paolo II proclamava beato il vescovo Giovanni Battista Scalabrini, padre dei migranti e apostolo del catechismo, che guidò la nostra diocesi dal 1876 al 1905.
Conosciamo ancora i luoghi scalabriniani della nostra città?
Vi proponiamo un breve percorso di pellegrinaggio sulle orme del vescovo Scalabrini, dalla Cattedrale dove è sepolto alla chiesa di San Carlo alla basilica di Sant’Antonino, da cui partirono i primi missionari.

Oggi la casa madre di via Torta – che Scalabrini acquistò per farne il fulcro della sua Congregazione per i migranti – continua a essere un centro di animazione missionaria.
“Ma non vogliamo che sia un ghetto – precisa il superiore, padre Giovanni Meneghetti -. Siamo una comunità della Chiesa diocesana. La lingua madre, specie per la prima e la seconda generazione di immigrati, è molto importante perché il solo veicolo che permette di costruire una testimonianza cristiana”.

Il 18 novembre l’istituto ospiterà il convegno che celebra i 130 anni della nascita degli Scalabriniani, in un confronto tra le strategie di fine Ottocento e le urgenze della migrazione oggi.

Leggi il servizio alle pagine 18 e 19 dell’edizione di giovedì 9 novembre 2017

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna