medici

“Vietato ammalarsi e morire”: è quanto ha scritto in un cartello Giovanni Isola, sindaco di Rovegno, paese del territorio genovese ma entro i confini della diocesi di Piacenza-Bobbio. L’avviso pubblico è stato fissato in Municipio ed è rivolto alla cittadinanza: nessun medico è disponibile a lavorare in quella fetta di territorio lontana dai grandi centri.
“Non è il solo caso che le cronache registrano - spiega il dottor Augusto Pagani, presidente dell’Ordine dei Medici di Piacenza -. I dati nazionali e regionali ci dicono che, se non cambia la situazione rapidamente, andiamo incontro a una grave carenza di medici di medicina generale, oltre che di specialisti in anestesia, ostetricia, ortopedia, emergenze ed urgenze”.
Nella sola Emilia-Romagna, considerati i dati anagrafici forniti dall’Enpam - l’Ente previdenziale per medici e odontoiatri - saranno almeno 1048 i medici di medicina generale (MMG in sigla) che da qui al 2023 andranno in pensione per compimento dei 70 anni; numero al quale va aggiunta una quota variabile di altri 1302, considerando anche quei medici che potrebbero andare in pensione a 68 anni con due anni di anticipo.

Ascolta l'audio

Pubblicato il 7 febbraio 2018

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna