Attenzione
  • JFolder: :files: Il percorso non è una cartella. Percorso: /home/ilnuovogr/domains/ilnuovogiornale.it/public_html/images/in_evidenza/2020/kronos6gen
Avviso
  • There was a problem rendering your image gallery. Please make sure that the folder you are using in the Simple Image Gallery plugin tags exists and contains valid image files. The plugin could not locate the folder: images/in_evidenza/2020/kronos6gen
Menu
logo new2015 ok logo appStore logo googleStore
  • 1
  • 2
Prev Next

Accogliere la gratuità dell'amore di Dio

amore

Tutti sappiamo che si vive in funzione dell'amore e che si può avere ogni genere di ricchezza, ma se non abbiamo chi ci ama, non sentiamo in noi la vita. Anche nella malattia il declino del corpo è sorretto dell'amore.
Il vangelo di oggi ci ricorda che noi amiamo Dio perché egli ci ha amato per primo. Basta quello.
Dio ci ama così come siamo e non per come possiamo contraccambiare.
L'umiltà è nell'accogliere la gratuità dell’amore di Dio.
"È da me che potete ricevere quell'amore che voi stessi non vi potete dare" - ci dice Gesù. Benevolenza, carità, grazia, amore per gli altri, capacità di perdono e misericordia non provengono da noi: quando ogni giorno dobbiamo ricominciare, possiamo attingere a ognuno di questi doni tramite la preghiera, mettendoci sotto lo sguardo di Cristo, il solo mediatore fra Dio e gli uomini.

 

Noi arriviamo stanchi, assonnati, ma desiderosi di sentir calare una parola di conforto che cambi ogni nostro giorno.
Dio ha bisogno del nostro cuore per abitarlo e ci guarda con una predilezione che nessun altro ci riserva.
Questo ci invita a dire “sì” al suo progetto di salvezza universale e quello che ci resta per avanzare nella storia è il nostro cuore.
Il frutto che rimane della nostra vita è la modalità con cui abbiamo saputo rispondere all'amore; resta la perseveranza nel tempo e la fedeltà che è il frutto maturo della libertà.
Corriamo anche noi il pericolo di vanificare tante occasioni di grazia, chiusi nei nostri pregiudizi. Diamo per scontato di conoscere tutto, di non dover apprendere nulla, invece rimaniamo fedeli alla Paola di Dio con l'Eucaristia, con lui dentro di noi potremo affrontare tutto con forza e speranza.
Gesù realizza la profezia di Isaia, la incarna, la rende possibile e credibile. Davvero egli è venuto per portare buone notizie e per liberare gli oppressi.

Estratto dalla Lectio mattutina
di madre Maria Emmanuel Corradini,
abbadessa del Monastero benedettino di San Raimondo,
del 10 gennaio 2020, Lc 4,14-22

a cura di
Gaia Leonardi


Pubblicato il 16 gennaio 2020

Ascolta l'audio

Altri articoli...

  1. Vigolzone celebra il suo patrono San Mario
  2. Mostra Bertucci, apertura serale
  3. L’associazione Valeria Tonna premiata dalla Casa del Fanciullo
  4. Auto-aiuto per la coppia che scoppia: incontri a La Ricerca
  5. Echi dalla Mostra «Giacomo Bertucci tra Ghittoni e de Pisis» ancora per pochi giorni a Palazzo Galli
  6. In Prefettura i rappresentanti delle principali religioni in diocesi
  7. A Palazzo Galli della Banca di Piacenza incontro con Valeria Poli
  8. Messa di guarigione, si prega per le forme di dipendenza
  9. Ritiro spirituale alla «Vite e i tralci»
  10. Quando Gesù ci viene incontro
  11. Travo si prepara all'arrivo della statua di Sant'Antonino
  12. Tanti partecipanti agli eventi dell'Epifania del Museo Kronos
  13. Carpaneto saluta il missionario Roberto Gandolfi
  14. A Bettola la commemorazione di Rio Farnese
  15. Messa missionaria il 14 gennaio
  16. Arte protagonista al Museo Kronos
  17. Salita al Pordenone apertura gratuita per l’Epifania
  18. La «Nona» di Beethoven alla Sala degli Arazzi
  19. Concerto in chiesa a Travo
  20. Il presepe vivente di Bettola per l’ultima volta il 5 gennaio
  21. «Dalle rocce alle persone»
  22. Il Te Deum in Santa Maria di Campagna
  23. Parroco a San Martino in Olza e nel cuore la montagna
  24. Nomine in diocesi
  25. Messa di Natale con il Gruppo Alpini di Piacenza
  26. Ottone, inaugurata la mostra dei presepi
  27. «Una notte con Carracci»: il 27 visita serale al ciclo pittorico in Cattedrale
  28. Nasce a Piacenza l’associazione «Madre Maria Teresa Tosi»
  29. Pontedell’Olio, il presepe dei bambini
  30. Il concerto di Natale in Collegiata a Fiorenzuola
  31. I presepi ai Bersani di Gropparello: il 22 la banda di Ponte dell'Olio
  32. Ad Albareto un incontro a cura del gruppo "Meditazione cristiana"
  33. Bedonia, esercizi spirituali per tutti i sacerdoti della diocesi
  34. Il coro «Mario Vincenti» in concerto nella sede «Non ti scordar di me»
  35. Un tempo di silenzio e distacco per andare verso il Natale
  36. Un cuore orante
  37. Piacenza si prepara al suo 2020 culturale
  38. «Amici dell'arte», in uscita la Strenna Piacentina
  39. Concerto dell'Orchestra Giovanile della Via Emilia al Nicolini
  40. I bambini della scuola dell'infanzia delle Gianelline in visita al Sindaco di Piacenza

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente