Menu

Oratori, confronto sul Grest

Il 30 gennaio in Curia

grestsn

I Grest sono una delle proposte più impegnative, ma anche più attese, dei nostri oratori. Per questo l’Associazione Oratori Piacentini invita sacerdoti e responsabili laici di queste preziose realtà per un primo incontro di preparazione delle attività estive mercoledì 30 gennaio alle ore 21 alla Sala Colonne della Curia Vescovile.

“Ci piacerebbe, in questo primo tempo, poter capire quali sono i punti di forza e i punti da migliorare (e in che direzione) dell’esperienza del Grest cercando, dove possibile, di apportare gli accorgimenti necessari per fare meglio e rinnovarci nella proposta”, scrive in una nota don Alessandro Mazzoni, presidente dell’associazione, che ha da poco rinnovato il Consiglio direttivo.
“In particolare - prosegue don Mazzoni - vorremmo riflettere sulla qualità del tema, sulle animazioni proposte, la traccia biblica e i momenti di preghiera, i sussidi e i gadget, l’evento del Grestinsieme, le convenzioni con strutture e ditte e quanto attiene alla sicurezza e alla privacy.
Desideriamo ascoltare non solo i sacerdoti responsabili dell’oratorio o dell’attività estiva ma anche i laici che si occupano dell’organizzazione operativa del Grest (educatori con funzioni di coordinamento e di segreteria) cercando così di crescere sempre più in quello stile di Chiesa partecipativa e corresponsabile invocato anche dal documento finale del Sinodo su «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale»: un tratto caratteristico di questo stile di Chiesa è la valorizzazione dei carismi che lo Spirito dona secondo la vocazione e il ruolo di ciascuno dei suoi membri, attraverso un dinamismo di corresponsabilità. Per attivarlo si rende necessaria una conversione del cuore e una disponibilità all’ascolto reciproco, che costruisca un effettivo sentire comune - cfr Documento finale, n° 123)".

Pubblicato il 21 gennaio 2019

Ascolta l'audio

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.