Menu

«Come costruire l'Europa»

MonsAmbrosioFaenzaFisc

“Si può curare il deficit di memoria? È la domanda che ci sfida, che sfida la nostra Europa”: il vescovo mons. Gianni Ambrosio, già vicepresidente della Commissione degli episcopati dell’Unione europea (Comece), è intervenuto al convegno nazionale della Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) "Colori d'Europa" con una riflessione sul senso della memoria e sull’attualità della costruzione comunitaria.
Nel suo intervento mons. Ambrosio ha ricordato come nel secondo dopoguerra, “mossi dall’ideale di pace, di unità e di prosperità, i padri fondatori hanno consegnato all’Europa 70 anni di pace, stabilità, sviluppo materiale”.
La pluralità delle radici europee ha favorito una “unità nella diversità”, da cui “sono scaturiti inimitabili frutti nelle arti e nel pensiero, nei valori comuni di fratellanza e di solidarietà, nello spazio spirituale e culturale che la storia ci attesta”.

La costruzione europea però vive una crisi. “Sembra che la questione dei populismi sia un tratto dell’Europa desiderosa di tornare alle piccole patrie. Ma è un’illusione: le spinte populiste sono una minaccia alla democrazia”.
Non è possibile “chiudersi nei propri confini; i singoli Paesi non sono in grado di affrontare da soli le questioni che l’attualità ci presenta”.


Insieme al Vescovo, nel pomeriggio di venerdì 17 maggio in S. Maria dell'Angelo a Faenza sul tema "Come costruire l'Europa. Comunicare valori e linee di sviluppo", sono intervenuti Alessandro Di Maio, responsabile comunicazione Comece, Anatolij Guljaev, docente alla European Humanities University di Vilnius (Lituania), Marcello Granelli, imprenditore e vicepresidente nazionale Confartigianato, e Marco Venturelli, segretario nazionale Confcooperative.

Pubblicato il 22 maggio 2019

Ascolta l'audio

Altri articoli...

  1. «La più grande novità cristiana è la vita eterna»
  2. Il grazie di Piacenza al vescovo mons. Ambrosio
  3. Il violino in carcere
  4. «So perché corro»
  5. Arte e fede: il «Modello Piacenza» fa strada in Italia
  6. Da lunedì in vendita le fragole del carcere
  7. Pellegrini in Iran con il Vescovo
  8. Disabili e lavoro
  9. Piacenza-Potenza, gemellaggio nel nome di San Gerardo
  10. L'operato di don Benzi in un film
  11. Il cristiano è un operaio di Dio
  12. Verso la Giornata per le vocazioni
  13. «Una fabbrica è come una Cattedrale»
  14. In 120 ad Assisi con la Pastorale giovanile
  15. DIS-CHIUSURE - L’8 maggio in San Matteo un confronto aperto sull’impegno sociale
  16. Quel 21 aprile 1957
  17. Insieme per il carcere
  18. Gli auguri del Vescovo alla diocesi
  19. Il suono delle campane per Notre-Dame
  20. «Guardate a Lui e sarete raggianti»
  21. «Dio ha illuminato il mio cuore»
  22. Sacerdoti al servizio della Chiesa
  23. Il Cenacolo di terracotta in San Francesco
  24. A Nairobi alla tomba di suor Leonella
  25. Enzo Bianchi: «Camminando capiamo meglio la nostra vita umana»
  26. Parte «Primavera ad arte»
  27. Diocesi, verso le Comunità pastorali
  28. Fake news: prodotte seicento al giorno
  29. L’ora di religione
  30. «Cristo vive e ti vuole vivo!»
  31. «Il concerto», un inno alla vita
  32. La musica per sopravvivere al filo spinato
  33. «Cosa possiamo fare senza l’Amore di Cristo?»
  34. Apologia per l'Europa
  35. «In montagna sei immerso nella solitudine e nella bellezza»
  36. Madre Anna Maria Cànopi alla Casa del Padre
  37. «Il Nucleo Mimosa visto da me»
  38. Un progetto a misura di donna
  39. I progetti del Centro Missionario
  40. «I nostri anni sono i più belli e non vanno sprecati facendo sciocchezze»

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente