Menu

A inizio anno il film tv su Chiara Lubich

regista e lubich

Sarà trasmesso a inizio 2021 su Rai 1 il film per la tv ispirato alla storia di Chiara Lubich, la fondatrice del Movimento dei Focolari. L'iniziativa - una coproduzione Rai Fiction e Casanova Multimedia, prodotta da Luca Barbareschi, con la regia è di Giacomo Campiotti - cade nel centenario della nascita della giovane donna che nella Trento bombardata del secondo Dopoguerra sente forte dentro di sé la chiamata a vivere il carisma dell'unità. A vestire i panni di Silvia - questo il nome di battesimo, quello con cui la Lubich era chiamata in famiglia - è l'attrice Cristiana Capotondi.

Le riprese in Trentino
Si sono concluse il 4 settembre le riprese, tra Trento, Rovereto, Pergine Valsugana e la Valle di Primiero. "La storia di Chiara Lubich è ricca, lunga e complessa. Non bastava una serie tv per raccontarla tutta. Abbiamo studiato molto per capire cosa narrare di essenziale - ha precisato in un'intervista alla rivista dei Focolari Città Nuova Saverio D’Ercole, produttore creativo di Casanova Multimedia -. Il film si ispira alla storia di Chiara, la rispetta, ma ci sono delle licenze consentite".
La storia è ambientata dal 1943 al 1946, la Lubich ha 23 anni ed è maestra. Momento centrale - anticipa D'Ercole - è la consacrazione a Dio che Chiara, da sola, pronuncia il 7 dicembre del 1943, così come la scoperta della missione a partire dal passo del Vangelo "Che tutti siano uno" e la scelta - allora ritenuta scandalosa - di un gruppo di ragazze che scelgono di andare a vivere insieme per incarnare nella loro giornata questo invito evangelico.

Pubblicato l'8 settembre 2020.

Ascolta l'audio

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente